Contatta Romolini Immobiliare

VILLA PADRONALE IN VENDITA NEL CHIANTI CLASSICO, TOSCANA


Rif. 1758 - PADRONALE CHIANTI CLASSICO

Prezzo: 7.900.000 Euro

FOTO INTERNE (34) FOTO ESTERNE (7) ALBUM FOTOGRAFICO FULL SCREEN

Toscana - Firenze - Greve in Chianti | Colline del Chianti

Rif. 1758 - PADRONALE CHIANTI CLASSICO

7.900.000 Euro

  • Interni: 4.060 mq
  • Terreno: 2,0 ha
  • N° camere: 13 (fino a 34)
  • N° bagni: 13 (fino a 35)
  • TIPOLOGIA: villa d'epoca
  • CONDIZIONE: villa e cappella ristrutturate, fattoria e annessi da ristrutturare
  • POSIZIONE: aperta e soleggiata
  • ACCESSO: ottimo, con due cancelli automatici
  • SUPERFICIE ESTERNI: 2,0 ha
  • GIARDINO: si, ben curato attorno alla villa con prato e ulivi
  • PISCINA: vasca ornamentale (11 m di diametro) con depuratore
  • SUPERFICIE INTERNI: 4.060 metri quadrati
  • N° CAMERE: 13 (fino a 34)
  • N° BAGNI: 13 (fino a 35)
  • ANNESSI: fattoria, cappella, casa del custode
  • TELEFONO: già collegato + ADSL
  • ADSL: si
  • RISCALDAMENTO: radiatori
  • GAS: GPL

CARATTERISTICHE: soffitti affrescati e cassettonati, cappella gentilizia, scalinate e decorazioni in pietra serena, pavimenti in cotto, caminetti in stucco e pietra serena


VILLA PADRONALE IN VENDITA NEL CHIANTI CLASSICO, TOSCANA


Situata nella campagna della Toscana nel cuore del Chianti Classico, nei pressi di Greve in Chianti, villa padronale del Settecento con cappella gentilizia e ampio edificio da ristrutturare.

La proprietà è facilmente raggiungibile tramite la viabilità provinciale e tutti i servizi sono disponibili nel vicino paese (6km; 10’). Lo storico Circolo dell’Ugolino si trova a solo 10’ di auto e di fronte al club si trova un centro ippico con tennis e piscina. Per gli amanti dello shopping è invece importante sottolineare la presenza del più grande outlet di lusso della Toscana, The Mall, raggiungibile in circa 40’.

L’ubicazione permette di moversi agevolmente per tutta la Toscana e visitarne i centri più belli e interessanti: Greve in Chianti (11km; 15’), San Casciano in Val di Pesa (19km; 25’), la rinascimentale Firenze (23km; 40’), Gaiole in Chianti (33km; 45’), la turrita San Gimignano (56km; 1h), l’ineguagliabile borgo medievale di Monteriggioni (58km; 50’), Arezzo (62km; 1h 5’), la splendida Siena (74km; 1h), il centro etrusco di Volterra (77km; 1h 15’), Montepulciano (95km; 1h 30’) e Montalcino con il suo rinomato Brunello (111km; 1h 40’). Poco più lontano si trovano il porto di Scarlino (128km; 1h 45’) e le spiagge di Castiglione della Pescaia (150km; 1h 45’).

Gli aeroporti più comodi per raggiungere la proprietà sono Firenze Peretola (42km; 45’), Pisa Galilei (93km; 1h 20’), Bologna Marconi (124km; 1h 30’), Perugia Sant’Egidio (145km; 1h 55’), Roma Ciampino (273km; 2h 55’), Roma Fiumicino (288km; 3h), Milano Linate (320km; 3h 10’) e Milano Malpensa (374km; 3h 45’).


DESCRIZIONE DEI FABBRICATI


La villa padronale (circa 1.300 mq, 6 camere e 6 bagni) è strutturata su quattro piani fuori terra: il primo piano (accessibile anche tramite la doppia scalinata sul fronte) e il piano terra sono stati attentamente ristrutturati di recente, preservando le bellissime finiture. Il tetto dell’edificio è stato completamente rifatto e coibentato.

- Piano terra: ampio ingresso, salotto, due sale da pranzo con grande caminetto in pietra serena, cucina, ufficio, bagno, ripostiglio, depositi e cantine;

- Primo piano: salone affrescato con caminetto decorato, salottino, salone con grande camino in pietra serena, sala da biliardo, camera padronale affrescata con terrazza e bagno en-suite, camera doppia con studiolo e bagno en-suite, camera con bagno en-suite, tre camere (di cui due affrescate) e tre bagni (uno con vasca);

- Secondo piano: attualmente al grezzo, composto da nove stanze con predisposizione per sei scarichi;

- Sottotetto: soffitta praticabile con vista a 360°.

 

La cappella gentilizia, realizzata nel 1710 a pianta centrale con volta a cupola, si trova proprio accanto alla villa.

 

La casa del guardia (circa 60 mq, 2 camere e 1 bagno) si articola su tre piani, con ingresso sia dalla strada secondaria che dal cortile sul retro della villa.

- Piano terra: cantina, magazzino e un piccolo cortile;

- Primo piano: ingresso, cucina, camera e bagno;

- Secondo piano: camera.

 

I garage, sviluppati su una lunghezza di 21 m, si trovano nel cortile sul retro della villa internamente al muro perimetrale.

 

La vecchia fattoria (circa 2.700 mq, 5 camere e 6 bagni) è costituita da un grande corpo di fabbrica strutturato su tre piani:

- Piano terra: da ristrutturare;

- Primo piano: appartamento del custode, tuttora abitato

- Secondo piano: da ristrutturare.

La grande superficie dell’edificio permetterebbe la realizzazione di vari appartamenti da poter impiegare in funzione ricettiva.


STORIA DELLA PROPRIETÀ


I nomi di personaggi storici usati nella seguente disamina storica (in grassetto) sono stati nascosti a tutela dei proprietari dell’immobile, mantenendo però inalterate le iniziali.

 

La villa sorge nei pressi di un antico castello oggi quasi interamente in rovina. Vi è traccia dell’insediamento fin dalla fine del Cinquecento, visibile già nelle Piante di Popoli e Strade dei Capitani di Parte Guelfa.

Il 17 ottobre 1460, un certo M****** di U****** del V******** (discendente di una nobile famiglia fiorentina) acquistò il castello che rimase poi di proprietà della famiglia fino al 1858.

L’importanza e la ricchezza della famiglia crebbero notevolmente nel corso del Seicento, grazie al matrimonio di U****** di P**** di U****** con L**** di P**** C******, figlia di un importante nobile fiorentino.

Agli inizi del Settecento P***** A******* V******** costruì la villa, come si legge su un’iscrizione posta sopra il portone d’ingresso dell’edificio: P***** A******** V******** incepit MDCCVII et ere proprio a fundamentis constructis MDECCVIII (P***** A******* V******** cominciò nel 1707 e con il suo patrimonio completò l’edificio nel 1708). Sopra il timpano che sovrasta la scritta, due putti in pietra affiancano lo stemma della famiglia.

Nel luglio 1710 P***** A******* fece erigere anche la piccola cappella a pianta centrale, coperta a cupola, che si trova in prossimità della villa con accesso al prato antistante all’edificio.

P***** A******* morì il 4 marzo 1755 senza figli; il complesso passò quindi al nipote U****** A******. Egli commissionò lavori alla fattoria adiacente alla villa, testimoniati dalla scritta posta, insieme allo stemma, sopra la porta principale dell’edificio: F. ad U****** del V******** 1777; quattordici anni più tardi fu restaurata anche la cupola della cappella dove, tra corone di fiori e altri elementi decorativi monocromi di tipo già neoclassico, si legge Restaurata l’anno del signore MDCCLXXXXI. Alla base della cupola, nei quattro pennacchi, si riconoscono le tre Virtù e la Fortezza, realizzate agli inizi del Settecento.

Nel 1780 U****** aveva contribuito anche alla costruzione della nuova chiesa di S. Maria, il cui patronato era della famiglia V********. La chiesa aveva due patroni, San Rocco e Sant’Antonino vescovo di Firenze; quest’ultimo aveva dimorato a lungo nella zona durante il suo servizio pastorale (1446-1459) ed è rimasta famosa una predicazione che fece nel periodo della pestilenza.

U****** morì il 20 ottobre 1794 senza figli maschi; la proprietà passò quindi all’unica figlia O******* M****, che aveva sposato, il 26 febbraio dello stesso anno, il marchese R*******.

Nel Catasto Fiorentino del 1832 le proprietà in oggetto risultano intestate a F******** R******* V******** che, sempre agli inizi dell’Ottocento, commissionò un cabreo di tutti i beni appartenenti alla fattoria.

Alla morte di F********, il 17 agosto 1863, la villa passò alle due figlie. Negli anni Venti, la villa con la cappella e la fattoria sono state acquistate dagli attuali proprietari.


STATO E FINITURE


La villa ha preservato pressoché inalterato il suo aspetto originario. È costituita da un corpo centrale più elevato, affiancato da due ali perfettamente identiche.

Sull’asse di simmetria dell’edificio è posizionato il portone principale, sormontato da un timpano curvilineo con stemma della famiglia V******** affiancato da due putti. Al portone d’ingresso, posto al primo piano, si accede attraverso una scala a doppia rampa larga quanto il corpo centrale dell’edificio.

Al piano terra, dove un tempo si trovavano le cucine, rimane adesso un camino in pietra con stemma sull’architrave e un lavamano, anch’esso in pietra.

Al primo piano si trovano gli ambienti di rappresentanza: i diversi saloni, posti in sequenza dal lato verso il prato, hanno soffitti a volta decorati e sono stati finemente ristrutturati.

Su quello del salotto centrale, al quale si accede direttamente dalle scale esterne, è raffigurato al centro lo stemma di famiglia portato in volo da figure femminili. Sui lati, simboli e figure mitologiche alludono al tema delle Quattro stagioni. Nella stessa sala, si trova un camino in stucco bianco e dorato, sormontato da un cartiglio che racchiude al centro un fuoco e la scritta Innovissimo Fumus; ai lati sono rappresentati due cervi con fanciullo in groppa.

Sui soffitti delle altre sale sono rappresentati simboli e figure tratte dal mondo mitologico, che esaltano le virtù morali in contrapposizione ai bassi vizi.

In uno di essi è presente, al centro della composizione, un cartiglio con la scritta Gratior est pulchro veniens in corpore virtus (una citazione di Seneca che significa la virtù è più gradita se proviene da un bel corpo). Le varie figure allegoriche, come la Vanitas simboleggiata da una donna davanti allo specchio, e i diversi simboli, come la bilancia che allude alla giustizia o il serpente con la coda a spirale che allude all’eternità, ruotano attorno al tema delle virtù morali nell’intento di esaltare le qualità del committente, probabilmente U****** del V********.

Negli altri due soffitti, le trombe portate dagli angeli sono una chiara allusione alla vittoria delle virtù sui vizi, che, in uno dei due affreschi, sono personificati da un satiro e da tre figure incatenate, simbolo dell’uomo schiavo dei suoi istinti più bassi.

Sul tetto dell’edificio è posta una banderuola segnavento, che riproduce anch’essa lo stemma dei V********.

 

Alla villa è annesso un edificio destinato a uso della fattoria. Sul portone principale si trovano lo stemma V******** e la data 1777. Sopra l’apertura è dipinta una meridiana, mentre alla sinistra si trova un orologio; sul tetto è posta una campana.

 

Dall’altro lato della villa, con accesso dal prato, si trova la cappella e il santo patrono è raffigurato nella tela sopra l’altare.


ESTERNI


Gli edifici del corpo storico (villa, fattoria, cappella e casa del guardia) si trovano inseriti in un parco privato di 2,0 ettari al centro del quale, di fronte alla villa, vi è una vasca ornamentale circolare (circa 11 m di diametro).


USO E POTENZIALITÀ


La proprietà, viste le grandi dimensioni dei fabbricati e la possibilità di realizzare numerose camere, si presta all’avvio di un’attività ricettiva. La villa, in particolare, con le sue finiture di pregio, ben si adatta allo scopo.

In alternativa, è possibile usare la villa padronale come residenza privata, destinando all’accoglienza degli ospiti la fattoria e gli altri edifici.


CITTA' VICINE


Centro con servizi (6km; 10’), Greve in Chianti (11km; 15’), San Casciano in Val di Pesa (19km; 25’), Firenze (23km; 40’), Gaiole in Chianti (33km; 45’), San Gimignano (56km; 1h), Monteriggioni (58km; 50’), Arezzo (62km; 1h 5’), Siena (74km; 1h), Volterra (77km; 1h 15’), Montepulciano (95km; 1h 30’), Montalcino (111km; 1h 40’), Scarlino (128km; 1h 45’), Castiglione della Pescaia (150km; 1h 45’)


AEROPORTI VICINI


Firenze Peretola (42km; 45’), Pisa Galilei (93km; 1h 20’), Bologna Marconi (124km; 1h 30’), Perugia Sant’Egidio (145km; 1h 55’), Roma Ciampino (273km; 2h 55’), Roma Fiumicino (288km; 3h), Milano Linate (320km; 3h 10’), Milano Malpensa (374km; 3h 45’)


POSIZIONE GEOGRAFICA


Siete interessati a questa proprietà?


Contattateci per ricevere maggiori informazioni e/o fissare una visita.

Rif. 1758 / PADRONALE CHIANTI CLASSICO

VILLA PADRONALE IN VENDITA NEL CHIANTI CLASSICO, TOSCANA

Greve in Chianti - Firenze - Toscana

Prezzo: 7.900.000 Euro

Messaggio inviato con successo!


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Per ricevere in tempo reale tutte le nuove proposte di Romolini Immobiliare.